Vangelo di Vangeli

Tornare alla Sorgente


Il Libro

Gesù svela chi lo tradisce



«Io non parlo di tutti voi, perché io conosco gli uomini che ho scelto. Ma si devono adempiere queste parole delle Scritture: Colui che mangia il pane con me si è ribellato contro di me». Gesù parlò così, ed era molto turbato. Poi disse: «Io vi assicuro che uno di voi mi tradirà: uno che mangia qui a tavola con me». I discepoli diventarono tristi, si guardarono gli uni gli altri, incerti, e cominciarono a domandarsi a uno a uno chi di loro stava per fare una cosa simile, perché non capivano di chi parlasse.

Ora uno dei discepoli, il discepolo prediletto di Gesù, si trovava a tavola al suo fianco. Simon Pietro gli fece un cenno come per dire: – Chiedigli di chi sta parlando. Ed egli reclinandosi così sul suo petto, gli disse: «Signore, chi è?». Rispose allora Gesù: «È colui per il quale intingerò un pezzo di pane e glielo darò. È costui quello che mi tradirà». E intinto un boccone di pane nel piatto lo diede a Giuda, figlio di Simone Iscariota. Appena Giuda ebbe preso quel pezzo di pane, Satana entrò in lui. Gesù continuò: «Il Figlio dell’uomo sta per morire, come è stato stabilito per lui e così come di lui sta scritto. Ma guai a quell’uomo per mezzo del quale il Figlio dell’uomo è tradito. Per lui sarebbe stato meglio non essere mai nato!». 

Allora Giuda, il traditore, domandò: «Maestro, sono forse io?». E Gesù gli rispose: «Tu l’hai detto». Nessuno di quelli che erano a tavola capì perché Gesù gli aveva parlato a quel modo. Giuda dunque prese il boccone di pane e poi uscì subito. Era notte. Quand’egli fu uscito, Gesù disse: «Ora il Figlio dell’uomo è stato glorificato da Dio, e anche la gloria di Dio si manifesterà per mezzo del Figlio che a sua volta agirà in modo da manifestare la gloria di Dio».