Vangelo di Vangeli

Tornare alla Sorgente


Il Libro

Puri come agnelli e prudenti come serpenti



Dopo questi fatti il Signore scelse altri settantadue discepoli. Essi dovevano entrare prima di Gesù nei villaggi o nelle borgate che egli stava per visitare. Li mandò a due a due dicendo loro: «La messe da raccogliere è molta ma gli operai sono pochi. Pregate perciò il padrone del campo perché mandi operai a raccogliere la sua messe. Andate! Ma state in guardia. Ascoltate: Io vi mando come agnelli in mezzo ai lupi.

Siate dunque prudenti come serpenti e semplici come colombe. Quando vi mettete in viaggio, prendete un bastone e niente altro: né borsa, né soldi in tasca, né un vestito di ricambio, né sandali, perché l’operaio ha diritto di ricevere il nutrimento che gli è necessario. E non salutate nessuno lungo la strada. In qualunque città o villaggio entriate, fatevi indicare se vi sia qualche degna persona adatta a ospitarvi, e rimanete lì fino alla vostra partenza. Entrando in una casa dite: ‘La pace sia con voi!’. Se quelli che vi abitano vi accolgono bene, la pace che avete augurato venga su di loro, restate in quella casa, mangiate e bevete quel che vi daranno: chiunque vi darà da bere anche soltanto un bicchiere d’acqua nel mio nome e per il fatto che siete discepoli di Cristo, vi assicuro che riceverà la sua ricompensa.

Guarite i malati che vi si trovano, sarà il Padre a concedervi tutto quel che chiederete nel nome mio, e dite loro: ‘Il regno di Dio ora è arrivato fino a voi!’. Se la gente di un paese non vi accoglie e non vuole ascoltarvi, il vostro augurio di pace rimanga senza effetto. Allora uscite sulle piazze e dite: ‘Contro di voi scuotiamo anche la polvere della vostra città che si è attaccata ai nostri piedi, sappiate che però il regno di Dio è vicino’. Andatevene, sarà un gesto di rimprovero per loro. Io vi assicuro questo: Chi accoglie uno che è mandato da me accoglie me, chi ascolta voi ascolta me, e chi accoglie me accoglie il Padre che mi ha mandato. Chi disprezza voi disprezza me, ma chi disprezza me disprezza il Padre che mi ha mandato».

Quando Gesù ebbe terminato di dare queste istruzioni ai suoi dodici discepoli, partì di là per andare a predicare e ad insegnare nelle città di quella regione. Allora anche i discepoli partirono e passavano di villaggio in villaggio, annunciando dovunque il messaggio del Vangelo. Essi predicavano dicendo alla gente di cambiare vita e di convertirsi, scacciavano molti demoni e guarivano molti malati ungendoli con olio.